preferisco l'opzione donazione alla pubblicità

USCIRE DAL BUIO DEL MEDIOEVO

Pubblicato in - Amicizia & Amore & Autostima & Cartomanzia & Fenomeni medianici & Sensitività & Superstizione il 29/11/2017 0 Commenti

In ogni settore lavorativo occorre preparazione e possibilmente un pò di passione nello svolgere  bene un lavoro. Essere un buon cartomante può significare varie cose. Ovviamente chi si affida a noi la cosa che giustamente desidererebbe sapere è la vera visione attuale e specialmente il futuro che lo attende.

Le carte e specialmente i tarocchi non prevedono da soli  il futuro. Questo l’ho scritto anche in altri articoli. E’ il cartomante che impara attraverso studi, certi sistemi e attraverso la sua vocazione a saperli interpretare anche per il futuro. Come molti settori lavorativi il margine di errore è logico e comprensibile  Parlo solo di consulti e non rituali, magie, quello è un’ altra cosa.

Quando scegliamo una persona che desideriamo approfondisca su questioni della nostra vita; è bene avere un pò di fiducia e comprendere che la sfera di cristallo non esiste nei tarocchi o sibille, ma esiste in quel momento una persona che ha una predisposizione per questo settore.

Questa predisposizione  lo è per cause caratteriali, per il contesto socio culturale in cui ha vissuto e anche per le varie esperienze di vita che ha fatto, tra cui (le premonizioni attraverso i sogni), che nel mio caso mi hanno portato a decidere di intraprendere questi studi.

La chiesa, come a volte si sente dire da alcuni clerici è contraria persino all’astrologia. Mentre nella religione orientale, l’astrologia fa parte della religione stessa; per esempio alcuni astrologi a cui ci si rivolge per varie cose sono ex Monaci.  In certi paesi orientali, sin dalla nascita ogni bambino, ha anche il suo quadro astrale.

La vita non è una passeggiata sempre serena e questa serenità può essere messa in discussione a causa di azioni sia nostre o di chi ci ruota intorno e nel caso del settore affettivo ci costringono a volte ad una serie di compromessi o sorprese ed eventi che non sono sempre piacevoli e che ci sorprendono. Se si intuisce che qualcosa non è chiara; un consulto può aiutare a riflettere su alcuni aspetti. Il significato o cosa aspettarsi da un  consulto l’ho scritto negli altri articoli. Le motivazioni per cui alcuni clerici, sono contrari possono essere molteplici ed è facile immaginarlo.

Qui brevemente mi soffermo solo a parlare delle motivazioni storiche. Il Paganesimo, ossia la religione precedente al cristianesimo all’epoca romana, prevedeva vari Dei. Nel medioevo i contadini per onorare questi dei, effettuavano riti per propiziare il raccolto e quindi per garantirsi la stessa loro sopravvivenza. Ogni forma di rito, dai clerici cristiani era visto quindi come una cosa negativa, perchè allontanavano dal cristianesimo che prevedeva solo un Dio, e siccome quella era la religione che doveva diffondersi al posto di quelle pagane, bisognava eliminare questi riti pagani e quindi chi li sosteneva.

Ecco perchè era facile essere scambiati come cattive streghe o stregoni e quindi ci fu il periodo brutto dell’inquisizione con le conseguenze che conosciamo. Quindi sarebbe il caso di uscire da quel periodo, perchè molte persone sono ancora influenzate dalla Chiesa, che alla fine ormai è un ente specifico. Noi siamo scintille divine ricordiamocelo e quindi le conclusione sono semplici.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.