L’ ANGELO REGALE (Yabamyah)

Pubblicato in - Fenomeni medianici & Sensitività il 22/11/2018 0 Commenti

Questo articolo lo dedico all’Angelo presente nel giorno 10 marzo: Yabamyah; è il 70esimo Soffio sesto raggio angelico nel Coro lunare degli Angeli. Questo Angelo è guidato dall’Arcangelo Gabriele. Abbiamo tre angeli, ed essi sono energie in collegamento con la nostra data di nascita. La nascita è una cosa molto importante perchè passiamo dalla vita intrauterina e quindi dipendente da un altra persona che è la madre a una vita autonoma, dove dobbiamo respirare e nutrirci da soli ecc. Questi Angeli sono universali in quanto non fanno riferimento alla religione; si può anche essere anche atei. Difatti si prende in esame solo la data di nascita della persona. Per i vari 72 nomi vi è una foto nel mio articolo Angelologia qui sul sito. Ci sono tanti libri di Angeli e sono incappata per mia fortuna in un filosofo esoterista molto famoso, ma non lo si vede in prima serata sulle reti classiche. La tv è pilotata e quindi non tutti possono dire o non vogliono dire la propria verità in quell’ambito e così  molti preferiscono non andarci proprio; compresa me stessa a meno che sia una trasmissione costruttiva. La tv è una vetrina buona, ma a volte bisogna salvaguardare il proprio lavoro e gli studi. Mi aggiorno continuamente, e questo lo faccio anche per una mia crescita personale. Il mio modo di essere è stato da sempre quello di diffondere le cose agli altri, in maniera semplice e non troppo complessa. Durante una conferenza di questo filosofo lui dice mentre parlava di argomenti vari,  conoscete il nome del vostro Angelo e conoscerete anche un pò più di voi stessi, pregi e difetti!! Difatti se non si comprendono i nostri difetti, essi potrebbero influire molto nelle nostre vite. 

Giorni dopo quella frase continuava a rimanermi in mente: conoscete il nome del vostro Angelo! Mi reco nuovamente in libreria e chiedo il libro di questo importante scrittore, che spiega il meglio nel settore Angeologico. Avevo già fatto un articolo sugli Angeli su questo sito; quindi ero ad un passo per scoprire il suo nome che mi sarebbe piaciuto conoscere. La chiesa tieni nascosti, perchè quei nomi vengono dall’ebraico. Come sapete quasi tutto il popolo ebraico non ha accettato il messia come figlio di Dio e quindi alzo le mani e dico, la Chiesa se ha ritenuto questo, ossia di non diffonderci la Cabala, avrà avuto i suoi motivi; ma non per questo parte della Cabala di interesse anche per i cristiani non debba essere capita e accettata. Io sono arrivata alla Cabala dai tarocchi, perchè in loro ci sono alcuni segreti della cabala. Questo è un altro motivo per cui la chiesa non tollera molto la divinazione. Io iniziai il mio percorso di studi esoterici, e non fu semplice perchè cristiana, ma grazie al mio Angelo che mi ha guidata in questo, ho potuto continuare senza sentirmi una ribelle, ma semplicemente una persona che doveva fare il suo percorso di scoperte. Yabamyah, è uno dei tre Angeli cosiddetti di Re, ma è il più creativo di essi, anche se fra loro tre, vi è una interconnessione. Esso corrisponde al mio giorno di nascita. Attenzione un Angelo creativo e non un umano creativo!!I nomi degli Angeli e delle Sefirot sono trasportati dall’ebraico, poichè è in questa lingua che sono scritti i testi cabalistici fondamentali. La cabala mistica è scritta in ebraico ma essa non si attiene ad una questione religiosa, è altro in un certo senso. La Cabala fa parte della tradizione mistica del mondo occidentale; non è da imporre; è un percorso a cui si arriva se si è destinati per vari motivi. Occorre una certa preparazione, non si può leggerla come qualsiasi libro e va scelto ciò che sentiamo adatto. Noi cristiani abbiamo una radice ebraica perchè Gesù era Ebreo e questo è stato detto da un Monsignore, rappresentante della chiesa. Attualmente 12 mila ebrei credono in Gesù come potrete ascoltare nel video su youtube: Ebrei che credono in gesù. Essi si chiamano comunità Messianiche. Gli angeli principali sono 72. L’ angelo è un energia che passa al momento della nostra nascita e ne passa uno ogni 6 giorni. La possibilità che io avessi Yabamyah quindi era bassissima, visto che i giorni in un anno sono 365 e gli angeli reali sono solo tre. Io sono nata a marzo, gli altri Angeli di Re sono di dicembre e maggio. Tra i tre Angeli reali, che sono comunque diversi vi è comunque una somiglianza che gli accomuna. Questa energia viene collegata, a vite precedenti e nel caso di questi tre angeli è stata collegata, a vite da saggi Imperatori secondo lo scrittore Sibaldi. Chi è angelo di Re è oltre il desiderio di essere costantemente riconosciuti a livello personale, esso dispone di una capacità di penetrazione che si estende già a ogni grado del suo orizzonte, e si rende conto di vedere a colpo sicuro, bene in se stesso e negli altri, anche in ciò che gli altri credono di nascondere o magari in ciò che non osano sperare. Questo gli dà una supremazia regale. Sono infatti fatti per osservare il mondo che li circonda ma non in maniera sprezzante come altri angeli. Yabamyah è di marzo, e come sappiamo marzo è originale quindi aver fatto anche la cartomante era  naturale per me. Ma tipico di essi è l’orizzonte perfettamente sgombro, senza nè illusioni, nè passioni o ambizioni o sfide che li limitano. Gli Yabamyah amano il bello, nel senso le cose armoniche, odiano la volgarità e la poca educazione. Sono curiosi, tolleranti, amorevoli ma hanno vari colori, a secondo del proprio vissuto anche. Diciamo sotto un certo verso, hanno ali ampie e voltate di certo al meglio e al positivo. Comprendono le varie emozioni umane e passioni cosa che altri, fanno più fatica, perchè più rigidi o comunque poco empatici.

Come vedete nella foto a sinistra queste energie siamo noi stessi nel senso che è come se fossero le nostre ali anche; e nel momento che capiamo come seguire il verso della corrente giusta, essa entra in noi e ci permette di essere appieno quello ciò che noi siamo, ossia:  Angeli Incarnati, nel bene o nel non bene. Essi Sono 72, in alto vi è Dio, e da lui escono i Serafini poi i cherubini, i troni, le dominazioni, le potestà, le virtù, i principati, gli arcangeli ed infine gli Angeli che sono ad un passo dagli umani. Yabamyah, è l’angelo reale vicino agli umani, quindi ha una sensibilità maggiore, che però deve saper usare, perchè se è troppa non gli aggiova. Gli altri due angeli reali appartengo uno ai cherubini e uno ai principati. Questa energia che si comprende in base al giorno e mese di nascita, ha nei 72 angeli caratteristiche diverse. Queste caratteristiche non sono sempre tutte positive. Per questo gli umani sono diversi tra di loro. Poi ovvio è importante il contesto familiare in cui si nasce. Questo influenza parecchio la nostra vita, perchè il livello socio-culturale di una persona alla nascita viene determinato dalla famiglia. Se si comprende bene il nome e le caratteristiche di questa splendida energia che ci accompagna da sempre e con cui noi dovremmo entrare in connessione; tutto può solo migliorare. Essa ci fa conoscere i nostri difetti, ed i nostri limiti; ci insegna a come superare un limite o di come capire quando fermarsi per non andare oltre quel limite, che non potremmo tollerare perchè ci distruggerebbe e ci farebbe fallire. Qui entra in gioco la nostra parte oscura, che non sempre ci aiuta. Da quello che ho notato gli angeli non in alto, sono quelli più soggetti a emozioni sia esse positive o negative. e le manifestano. Quelli in alto vicino a Dio, come i serafini, i cherubini, i principati, i troni, sono quelli della sapienza interiore quindi sanno già in genere come muoversi per avere successo nella vita, difatti questo li porta a essere più forti emotivamente ma a volte poco sensibili vicino agli umani. Non sensibili, nel senso che faranno fatica a esternare emozioni, spesso chiusi nella loro torre. Bisognerà svegliarli ogni tanto se ci sono vicini nella nostra vita. In effetti sono circondata da loro e li conosco un pò. Se non seguiamo il verso della corrente giusta, che ci connette a questa energia non riusciamo a trarne i suoi benefici e quindi a non dare il meglio di noi stessi, e rischiamo di farci condizionare, dagli altri vicino a noi, che magari sono diversi da noi e non capiranno mai cosa noi siamo e quindi le cose di cui abbiamo bisogno. Come ho scritto nel precedente articolo sugli angeli: se abbiamo bisogno di capire o di un aiuto; ci sono varie strade e una di questa è quella di entrare in contatto con gli: UMANI GIUSTI E SAGGI. Proprio per questo non bisogna mai fermarsi di fronte ad una categoria. Potresti trovare molti demoni, nelle migliore categorie, o come potresti trovare un Angelo nella cartomanzia o astrologia, ecc.  Si deve sempre valutare tutto nell’insieme e caso per caso in ogni settore che frequentiamo sia esso istituzionalizzato o meno.

C’è gente che si fa ingannare da sette, e dopo si diverte a fare di un erba un fascio. In America e anche in Italia i coach o veri cartomanti o astrologici molto preparati vengono presi anche dai potenti. Se si  finisce in una setta vuol dire che lo si è anche deciso per qualche motivo. Questa gente famosa, e che dispone di un accesso facile ai media; non dovrebbe parlare male di tutto. Il generico è sempre poco saggio. Molte persone nel mio settore ad ampio spettro, mettono la loro esperienza e i loro talenti a servizio degli altri. Aggiungo anche che questo non significa che un operatore diverso da altri classici, debba lavorare gratuitamente e che questo potrebbe essere un segno di umanità e bravura. Scrivo questo perchè molti dicono: quella persona ha un dono e non dovrebbe farsi remunerare! Partiamo dal fatto che tutti abbiamo doni, qualsiasi lavoro facciamo. Quelle persone che dicono questo, sono dei giudicanti, sfruttatori di base degli altri. E questo non porta gran successo. Se dovessimo stabilire una legge Universale, che è impossibile da attuare ma che certe filosofie sostengono, non dovremmo nessuno prendere danaro ma operare senza lo scambio della moneta. Ma questo è impossibile in questo mondo per vari motivi.

Per questo amo la figura di Gesù, in lui c’è tutto l’insegnamento di cui noi cristiani abbiamo bisogno. Lui ci parla di Miracoli, di Rinascere, ecc. Noi siamo scintille divine e proprio per questo possiamo anche divinare; ovviamente non tutto a mio parere, ma le cose con un senso positivo, e seguendo la propria etica; sapendo che ogni nostra azione è vista nelle dimensioni più alte, sia esse spirituali sia nell’universo. Ci sono giorni in cui si può pregare qualsiasi Angelo, anche se non è quello della nostra nascita. 

Ringrazio il grande scrittore francese Haziel. Esperto di Angeli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.