La Papessa

Pubblicato in - Cartomanzia & Fenomeni medianici & Rapporto di coppia il 06/05/2018 0 Commenti

Molte persone ricordano la papessa, in quanto lei sta a significare, le cose non dette, i segreti e i misteri. Una donna o una situazione della quale non si capiscono del tutto i pensieri. Necessita di comunicare maggiormente.  Nasconde le cose per esempio la presenza di un amante, ma lei o lui non ne parla per quieto vivere ovviamente.

Scrivo di questo arcano maggiore perchè è ritenuto la carta più elevata e la più sacra di tutti gli arcani maggiori. Rappresenta la grande madre, colei che tutto conosce.

E’ stata definita scienza occulta sull’altare del santuario di Iside; ma essa è in realtà la Chiesa segreta, la casa di Dio e dell’uomo. E’ la madre e la moglie spirituale, la figlia delle stelle e il giardino superiore dell’Eden. E’ la regina della luce derivata, cioè la luce di ogni cosa. In un certo senso è lei stessa la Madre suprema, vale a dire ne è il riflesso luminoso.

Questo suo riflettere e rimandare la luce le è valso il nome più elevato di Shekinah, la Gloria Coesistente.

Secondo la Qabbalah, (che è un antica saggezza che svela i segreti del cosmo e della vita,), vi è una Shekinah sia sopra che sotto. Nel mondo superiore è chiamato Binah, la suprema comprensione che deriva dall’emanazione che riceve (i.e.Corona dell’albero della vita). Nel mondo Inferiore è invece Malkuth; ed essendo questo mondo come un Regno caduto, con esso è lesa anche la Gloria Onnipresente. ( i.e.La divinità Suprema). A livello mistico Shekinan è la moglie spirituale dell’uomo giusto e quando questi legge la Legge (i. e. la Torah), lei gli chiarisce il significato Divino.

Essa vuole comunicarci che i misteri dell’esistenza si conoscono appieno solo facendosi guidare anche dalla saggezza dell’intuizione e a poco a poco approfondendo la conscenza ma solo a chi vorrà andare al di là delle apparenze con umiltà e consapevolezza.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.